Venerdì 25 cena + discussione sulle nocività

Dalle 19:30 cena vegan benefit per la Coalizione Contro le Nocività (www.inventati.org/contronocivita). E’ gradita prenotazione alla nostra mail (collettivolafenice-at-email.it).

A seguire presentazione della Coalizione e della giornata di mobilitazione indetta per il 31 ottobre contro l’EFSA, a Parma.

Di seguito il testo di presentazione della serata, e più sotto alcuni testi sulla coalizione e sulla giornata di mobilitazione a Parma.

Il cavallo di battaglia della ricerca tecnico-industriale da anni sembra essere quello delle biotecnologie e delle nanotecnologie, base su cui si sta ristrutturando la società di un domani non troppo lontano. Queste tecnologie penseranno ad ogni cosa: nutriranno tutti, allungheranno la vita, guariranno ogni malattia, risolveranno i disastri della società industriale.
Quello che stanno creando è in realtà un’esistenza in cui spariscono i confini tra specie e corpi, un’esistenza sterile e vuota da ogni pulsione, in cui ogni essere vivente viene manipolato e ricombinato in ogni sua parte. L’uomo sembra essersi rassegnato all’ineluttabilità delle nocività: gli scenari che le biotecnologie stanno aprendo con la loro diffusione e conseguente distruzione di biodiversità si perdono tra gli inquietanti scenari planetari di una natura inquinata, di uno stravolgimento climatico… tutto questo tende ancora di più a scoraggiare la riflessione, impedendo qualsiasi presa di coscienza critica e opposizione all’avanzamento di ulteriori tecnologie con cui il dominio vuole chiudere il proprio cerchio.
Per questo la lotta agli OGM non è da considerarsi una semplice lotta specifica, ma come la volontà di contrastare quel nuovo mondo che stanno creando.

Dal 2006 l’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) è chiamata ad esprimersi sulle nanotecnologie: sulla diffusione di nanoparticelle e sui nanomateriali inseriti nei prodotti. Il ruolo principale dell’EFSA relativamente agli organismi geneticamente modificati è di “valutare ogni rischio per la salute umana e animale e per l’ambiente”. E’ l’anello di congiunzione tra le multinazionali, i vari produttori di nocività e la Commissione Europea; le sue relazioni scientifiche sono il passaggio obbligato per ottenere l’autorizzazione per la commercializzazione e la diffusione delle nocività. L’agenda di questa autorità europea è piena di richieste da parte di multinazionali agro-biotecnologiche che premono per vedere diffusi i propri prodotti OGM, in particolare la diffusione di sementi OGM permetterebbe a queste multinazionali una rapida presa sul mercato agricolo, con conseguente contaminazione totale e irreversibile di ogni specie e la distruzione della biodiversità.

Noi ci opponiamo a qualsiasi tipo di manipolazione genetica su umani, animali e piante, sotto ogni forma questa si presenti. Respingiamo ogni pratica di confinamento della nocività in attesa di “sicurezze” da parte della ricerca scientifica: non c’è bisogno di aspettare le conclusioni di esperti di ogni genere per sapere di quali disastri sono gravide le innovazioni biotecnologiche quando, sotto forma di avvelenamento chimico-nucleare del pianeta, le conseguenze e i risultati cumulativi di tecnologie meno ambiziose sono comunque degeneranti e irreversibili. Rifiutiamo la coesistenza tra OGM e specie tradizionali, come ovvia impostura di chi vorrebbe farci credere che sia possibile convivere con le nocività mantenendo allo stesso tempo un ambiente naturale integro.
L’unico reale “metodo precauzionale”che riconosciamo nei confronti dell’ingegneria genetica e di ogni nocività è la tolleranza zero.

In vista di un forte e più ampio movimento di lotta vi invitiamo a partecipare alla presentazione della Coalizione Contro le Nocività che si terrà il 25 settembre al TeLOS.
Dalle 19:30 cena benefit per la coalizione. Prezzo 7€ escl. bevande, è gradita prenotazione alla mail: collettivolafenice@email.it
A seguire presentazione della coalizione e della giornata di mobilitazione che si terrà a Parma il 31 Ottobre.
http://www.inventati.org/contronocivita
http://www.collafenice.wordpress.com

Appello per la mobilitazione del 31 Ottobre a Parma

Manifesto della Coalizione Contro le Nocività

Comunicato corteo EFSA Parma

6 commenti to “Venerdì 25 cena + discussione sulle nocività”

  1. Solidarietà per l’iniziativa!!Veramente attuale e concreta!

    Guardatevi intorno, magari, con le relative differenze del caso, trovereste taciti apprezzamenti da chi magari minacciate, o vorreste vedere eliminato per la sua appartenenza a voi antitetica.
    Consiglio spassionato che scrivo solo perchè ci credo veramente, senza sperare in una pratica realizzazione: mollate l’antifascismo come forma militante, e continuate ad abbracciare queste cause. Esistono tanti camerati disposti a lottare contro queste cose, che però si trovano a perder tempo dietro a antifà o abberrazioni analoghe, e lo stesso credo capiti anche a voi.

    Saluti sinceri!
    88

  2. Innanzi tutto l’eliminazione concreta di persone non è uno dei nostri massimi interessi. Ciò che si combatte non è la singola persona; non che questa sia una espressione di pacifintismo, ben inteso. I carnefici e gli oppressori devono essere combattuti, ma non è difficile capire che è un intero sistema che deve essere abbattuto, non le singole persone.
    Dopodichè, l’antifascismo non è una aberrazione, ma una triste necessità. Se non ci fossero più persone che inneggiano al duce, al nazionalismo, alla violenza dell’uomo sull’uomo, al razzismo e a tutti gli altri disvalori di cui i fascisti si fanno portatori, io sarei personalmente ben felice di lasciare da parte l’antifascismo, per concentrarmi su problematiche più importanti e determinanti per il futuro nostro e del nostro pianeta. D’altra parte se sei disposto a lottare per la distruzione dello stato e di ogni forma di gerarchia e oppressione sei il benvenuto, le etichette contano poco, se non nulla. Ma penso che se ti firmi con un 88 dovresti sapere, al di là delle affermazioni revisioniste di basso livello, che la persona che inneggi ha fatto sterminare milioni di esseri umani, solo per la loro appartenenza “razziale” (stando al fatto che come ben saprai la razza umana rimane una sola). Combattere contro chi rifarebbe la stessa cosa non mi pare secondario.

  3. Consideriamo due cose:
    1)il derivato ideologico
    2)l’attualizzazione nel pratico

    1)il Nazionalsocialismo attinge le radici in una molteplice serie di Tradizioni identitarie ario-europee, o per dirla come si usa oggi, indoeropee.
    Savitri Devi indiana supportò economicamente ed ideologicamente il nazionalsocialismo, e sicuramente non era alta bionda e con gli occhi azzurri, tramite la rivista New Mercury, fortemente osteggiata dagli oppressori Inglesi.
    Il simbolo stesso lo Swastica, rappresenta il Sole,è, insieme al triskele e all’aquila, il più antico simbolo indoeuropeo e il Fhurer lo utilizzò per unire le genti appartenenti a queste discendenze.
    2)Pensiamo che le ultime divisioni SS che combatterono a berlino nel 45 furono tibetane, non certo bianchi con la mascella squadrata.
    Anche una divisione SS dei Nativi Americani cadde a Berlino.
    Ricordiamoci che il primo e unico governo occidentale che abolì la vivisezione come pratica fu la Germania Nazionalsocialista, e che prima del Fhurer i lavoratori non sapevano nemmeno cosa fossero le 8 ore lavorative, il concetto di ferie o cose simili.

    Tutta sta noiosissima trafila di cose, sono volte a spiegare che non è sempre merda quella che viene indicata come tale, che l’atteggiamento critico di analisi della storia, dell’economia, della medicina e quant’altro, va applicata a tutto, sia ai nostri amici che ai nostri avversari.

    Io non sono contro la gerarchia, in quanto credo che esista una gerarchia naturale, non sono x la lotta di classe ma x la cooperazione di classe.
    Credo che se uno sia predisposto al comando è giusto che guidi lui, come chi è predisposto al lavoro in campagna non debba morire in un ufficio…ovviamente reputo egualmente nobili tutte queste mansioni.

    Consiglio, se posso, una lettura che sicuramente a qualcuno di voi farà piacere: “Il Trattato del Ribelle” di Ernst Junger.

    Continuo a non capire cosa vi frega se uno inneggia al Duce, piuttosto che a una sovranità Nazionale…come a tanti non frega nulla se voi inneggiate a Fidel o a Gaetano Bresci…

  4. Da wikipedia inglese: Born as Maximine Julia Portaz, Savitri Devi was the daughter of a Greek/Lombard Italian father and an English mother.
    Dal blog di Claudio Mutti: Quanto al battaglione di Waffen SS tibetane che avrebbe preso parte alla difesa di Berlino, rimane ancora un mistero.
    Per il resto le notizie che riporti sono curiosità storiche, che poi magari andrebbero discusse, che da sole non significano nulla.
    D’altra parte io mi interesso di politica non di storia. Quello che dici sui lavoratori tedeschi mi pare da vedere in una ottica storica, e sarebbero da discutere tutta una serie di cose. Credi che in Germania oggi ci sarebbero 12 ore di lavoro al giorno se non ci fosse stato Hitler? In tutti i paesi occidentali tra le due guerre i sindacati lottavano per la riduzione delle ore di lavoro. Ecc per il resto.
    E’ vero che il nazismo ha avuto delle derive mistiche e “new age”, ma questo non fa che mettere in luce a mio avviso come questa ideologia si basi in effetti sul nulla. Anche la swastica, che tu citi, in India non serve per identificare una ideologia politica, ma è legata ad una cultura completamente estranea al nazismo. Poi a me la cultura indiana fa cagare almeno quanto quella nostrana, se non di più.
    Comunque, il nazismo appare come un tentativo di costruzione di identità, una ideologia raffazzonata senza nessuna base politica, sociale, pratica, ecc. Di certo alcuni aspetti pescano nella “destra” europea, nel conservatorismo ecc, ma la ricerca assillante di identità, di basi ideologiche, di pensatori che la sostenessero, con le derive che appunto tu metti in luce, credo che evidenzino la pochezza intellettuale di una ideologia costruita sulla base di alcuni “irrazionali” istinti pregiudizi e sentimenti.
    Dopodichè, a me del nazismo frega proprio poco, nel senso che tra tutte le idee politiche che conosco credo sia in assoluto quella intellettualmente più inutile. Che poi abbia avuto una grande parte nella storia del secolo passato la dice lunga su diversi aspetti della “modernità”.
    Io non giudico il mondo in amici e nemici. Cerco di capire il mondo che mi circonda, e credo che l’anarchismo sia la risposta alle problematiche che mi si pongono di fronte. Detto semplicemente. Non ho fatto un voto di fede.
    Junger non l’ho letto, ma studiato un poco all’università, e per quel poco che conosco l’ho trovato interessante.
    Personalmente non conosco nessuno che inneggi a Fidel Castro. Per quanto riguarda Gaetano Bresci, più che altro simboleggia un certo numero di cose, ed è il suo gesto che si applaude e ricorda, ma sì che sia ripetuto fino ad esaurimento dei re presidenti e capi di stato di tutto il mondo.
    Per il resto tutto sta nel: per cosa si lotta. Ti ho detto, a me delle etichetta frega proprio poco, ma quello che conta è quello in cui qualcuno “crede”, il mondo verso cui si tende, i “valori” che si hanno, ecc, il resto, le etichette, l’apparenza, gli slogan e gli idoli, sono solo chiacchiere di poco conto. L’anarchia, nonostante oggi come oggi ogni cagata venga fatta passare per anarchia, è una ideologia politica con delle basi piuttosto solide; non credo proprio il nazismo e il fascismo possano condividere queste basi (anzi, ne sono proprio sicuro).

  5. Punti di vista…
    Personalmente credo che L’Anarchismo, per il quale nutro molta più simpatia che il marxismo, il Marxismo, il Liberalismo e ilconseguente Capitalismo, affondano le loro radici nell’Illuminismo, e nell’Economia.
    Per quanto riguarda l’Illuminismo, senza fare nessun processo alla storia, c’è poco da fare, o ti piace o non ti piace. Io lo considero disumano, in particolare l’antropocentrismo che ne consegue, arrogante tanto quanto la chiesa cattolica.in breve credo che il Lume della ragione sia una gran cagata…in quanto l’uomo principalmente si muove per emotività, sensazione(es. muore uno di rovello porro, a te sconosciuto.Pace è la vita, muore il tuo cane, piangi. la ragione ti direbbe il contrario).Se, come credo/spero, ambisci un futuro rivoluzionario capirai che la rivoluzione la fai col cuore e non col cervello…
    Per quanto riguarda l’Economia è evidente. Tutto scoppia quando pochi vogliono avere troppo e tanti non hanno nulla. Da qui i concetti di plusvalore, e via dicendo. Se paradossalmente domani ci dovessimo svegliare senza economia(è evidente che sia un paragone dell’assurdo)tutte le categorie sopracitate non avrebbero senso.

    Per quanto mi riguarda invece nei movimenti da voi osteggiati campeggia quella tradizione ancestrale tipica di ogni società pre moderna, che puoi trovare in Junger(dove nel libro che ti ho indicato indica cosa sia L’Anarca, ovviamente da non conforndersi con l’Anarchico:).

    Saluti.

  6. In verità uno dei classici punti di distanza tra l’anarchismo e il comunismo sta proprio nel valore dato ai sentimenti. Non è così difficile da capire, date tutte una serie di premesse; l’anarchismo non è una scienza, come si vorrebbe definire il comunismo. L’individuo è molto più al centro della riflessione anarchica che in qualsiasi altra idea politica. Forse dovresti leggerti qualcosa sull’individualismo anarchico.
    Stesso discorso per l’economia: il comunismo e il capitalismo, fino alle sue derive “anarchiche”, mette al centro di tutto l’economia, e tutto l’annesso e connesso (progresso, produzione, operai, padroni, capitali, ecc ecc). Questo non vale affatto per il pensiero anarchico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: