Comunicati di sostegno e partecipazione al corteo del 19

Da Bergamo:

Achtung! Repressione!
Il 19 marzo saremo a Saronno per portare la nostra solidarietà a tutti quei compagni che ad inizio febbraio hanno ricevuto da parte della questura di Varese gli avvisi orali.
Nella provincia vetrina del ministro Maroni, chi alza la testa e cerca di sottrarsi alla logica “produci-consuma-crepa” ed è recidivo a tenere una condotta “non rispettosa delle istituzioni e dello Stato”, viene raggiunto da questa intimidazione così che al primo sgarro potrebbe ritrovarsi la pena di fascista istituzione, della sorveglianza speciale, ovvero restrizione di libertà (revoca di patente/passaporto, impossibilità di frequentare assemblee e iniziative pubbliche, impedimento di uscir di casa tra le 21 e le 7 di mattina, impossibilità di stare con persone pregiudicate, divieto di uscire dal comune di residenza).
Il 19 saremo dunque in piazza, a testa alta, a supportare tutti coloro che con determinazione portano avanti le lotte nella provincia di Varese quali la lotta contro la repressione, i continui sgomberi subiti negli ultimi periodi, il ritorno dell’industria nucleare in Italia, i C.I.E., le deportazioni degli immigrati che avvengono proprio dallo scalo varesino di Malpensa e contro il continuo menefreghismo delle amministrazioni comunali interessate soltanto a gonfiare la proprie tasche tacendo sui giri mafiosi dei palazzinari di turno.
Consci che tale provvedimento liberticida viene utilizzato dallo Stato per intimidire e smorzare le lotte di coloro che non si rassegnano e che non si tratta di una questione locale ma che tocca ognuno di noi, invitiamo tutt* a partecipare al corteo, non solo per portare solidarietà ma anche per rilanciare tutte le lotte in cui crediamo.
Anarchiche/ci bergamasche/i
Solidali e complici.
SABATO 19 MARZO CORTEO CONTRO LA REPRESSIONE
ORE 15 PIAZZA S. FRANCESCO (STAZIONE FNM) SARONNO

Da Lugano:

Comunicato di appoggio al corteo di sabato 19 a Saronno da parte del csoa il Molino di Lugano

La storia ufficiale ci insegna a diffidare dei regimi inculcandoci, già da piccoli, i presunti valori del vivere in democrazia. Questi presunti valori sono gli stessi che legittimano oggi il potere e l’arroganza di partiti “votati democraticamente” come la Lega Nord. Una vera e propria macchina repressiva travestita da partito popolare che saccheggia e devasta i territori, impone ai migranti la reclusione nei CIE, vorrebbe riempirci di centrali nucleari e con il suo ministro di polizia Maroni reprime ogni legittimo dissenso. Quando parliamo di repressione, di negazione di ogni dissenso fino alla violazione dei diritti fondamentali, molti ritengono di dover volgere lo sguardo ad altre latitudini, magari in Nord Africa, convinti che cose simili siano impensabili da noi. Il popolo della lega biasima la tirannide di Gheddafi dopo che il suo ministro ha stretto accordi con la Libia per calpestare la vita e la dignità dei “dannati della terra” e mentre lo stesso, attraverso le sue questure, dirige procedimenti e ordinanze volti a reprime anche il piu’ piccolo dissenso: dai territori che rifiutano gli inceneritori della camorra, ai migranti che reclamano diritti sulle gru, fino ai compagni e alle compagne di Varese che si battono da sempre contro le politiche securitarie, la militarizzazione dei territori e il razzismo.
Proprio perché alla visione liberticida imposta dal governo della paura della lega nord e auspicata dall’imitazione grottesca della lega dei ticinesi noi non ci
vogliamo stare, siamo vicini ai/alle compagn* di Varese colpiti da ben 12 avvisi orali (provvedimenti restrittivi a scopo preventivo che i burattinai di turno
adottano nei confronti di potenziali ribelli e/o sovversivi) che Sabato 19 febbraio scenderanno in piazza. Noi sappiamo da che parte stare, dalla parte di chi ha il coraggio e l’intelligenza del dissenso. Perché se la repressione non conosce latitudini la solidarietà nelle lotte non ha confini!

Attivisti del CS(O)A il Molino di Lugano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: