ABBATTERE LE FRONTIERE

Una giornata di lotta.

Questo doveva essere e questo è stato il 7 maggio al Brennero. In un’epoca con poco slancio e dalle passioni tristi sono state innanzitutto messe al loro posto alcune questioni linguistiche e semantiche: resistere significa resistere, no alle frontiere significa no alle frontiere. Malgrado tutti i limiti e gli ostacoli del caso constatiamo che diverse centinaia di compagni hanno deciso di gettare il cuore oltre l’ostacolo e passare dalle parole ai fatti.
Una giornata significativa e importante in sé, ma l’onda generata da una giornata così sarà senza dubbio lunga, e starà nel riportare nei diversi territori la stessa determinazione.
Proprio perché l’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà, proprio perché questa società ha bandito l’avventura appassionante della vita, proprio perché dietro a questa facciata di marmo se noi continuiamo a picconare forse si troverà un filone d’oro.
E allora che si superino i limiti, si abbattano le frontiere, si fermino gli orologi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: